Solidarietà al Collettivo Autonomo Studentesco di Massa

Dal sito del CAS:

Ieri, 11/02/12, si è tenuto a Massa una degli episodi più vergognosi di tutta la storia massese. Un gruppuscolo di manifestanti appartenenti a CasaPound Italia, venuti da Massa, La Spezia, Firenze e Pistoia, hanno presidiato piazza Garibaldi per tutto il pomeriggio assistiti e scortati da più di un centinaio di forze dell’ardine in assetto antisommossa.

I camerati si sono presentati in piazza armati di bastoni, con caschi e spray al peperoncino. Subito alle 17 ci sono stati dei primi tafferugli quando i fascisti hanno raggiunto la piazza, e la polizia ha caricato e allontanato gli antifascisti, mentre i fascisti hanno sprangato e preso a cascate e spruzzato spray su alcune ragazze e ragazzi.

Nel pomeriggio la situazione si è svolta in maniera tranquilla, con lanci di uova da parte degli antifascisti, blocchi del traffico e volantinaggi. Ma al margine della manifestazione antifascista di Massa, si è verificata una vera e propria aggressione fascista premeditata.

Un gruppo di circa trenta fascista armati di bastoni (fra i quali il segretario provinciale Francesco Mangiaracina), hanno aggredito i manifestanti che alla spicciolata stavano abbandonando il presidio ormai conclusosi. Appena gli aggressori fascisti si sono dileguati per rientrare nella sede di Forza Nuova sono intervenute le forze dell’ordine che hanno caricato i compagni, mentre i camerati sono ritornati in sede. Alcuni compagni sono rimasti feriti e sono attualmente ricoverati.

DIFFONDIAMO QUELLO CHE E’ REALMENTE ACCADUTO, CONTRO LE VERGOGNOSE RICOSTRUZIONI DEI MEDIA! LAVORIAMO PER CHIUDERE FORZA NUOVA E CASAPOUND!

 

 

Quelli che ‘nel dubbio mena’, dal testo dell’omonima canzone-simbolo degli ZetaZeroAlfa.

Nel 2006, i carabinieri di Civitavecchia perquisiscono la sede romana di CasaPound, e in seguito arrestano due che, armati di mitraglietta e pistola, frequentavano assiduamente l’associazione di estrema destra.

12/8/2007 esponenti frequentanti e aderenti a Casa Pound, danno fuoco e distruggono, a Salerno, “Asilo Politico”.

Nel gennaio 2008, un giovane di sinistra è vittima di un pestaggio nella stazione Termini da parte di cinque, sei persone: in alcuni riconosce alcuni militanti di CasaPound e della Fiamma Tricolore.

29/10/2008 Piazza Navona. Aggressione da parte di esponenti del Blocco studentesco all’interno di una manifestazione dell’Onda.

4/11/2008 CasaPound fa irruzione violentemente negli studi RAI di via Teulada a Roma la notte, per bloccare la trasmissione “Chi l’ha visto?”. Successivamente ci sono persino diverse chiamate minatorie al programma, si pensa sempre da parte di alcuni esponenti.

2009, Il presidente dell’Associazione Gianluca Iannone è condannato in primo grado a 4 anni per aggressione ai danni di un carabiniere in borghese durante una rissa il 25 aprile.

1/9/2010 Festa della Primavera, organizzata dalla cooperativa Effetto Natura. Una festa per le famiglie dei ragazzi disabili e non di Rori Cappelli. CPI contesta la festa con uno striscione su cui è scritto “Travestiti da disabili, ma con le pance piene, siete sempre e solo iene”.

Luglio 2011 Circa un’ora e mezza prima del duplice attentato a Oslo e all’isola di Utoya, costato la vita a 76 persone, Anders Behring Breivik invia via e-mail il suo “manifesto” di 1.500 pagine a esponenti di CasaPound Italia e Forza Nuova. Casualità?

Estate 2011 Ragazzi antifascisti massesi vengono accerchiati e aggrediti, verbalmente e non nel centro di Marina di Massa, da alcuni esponenti e simpatizzanti di Casa Pound.

28/10/2011 Colleverde, Nella sede di CasaPound, sarebbe dovuta sorgere la sezione italiana della formazione neonazista “Blood & Honour”.

2011 Viene perquisita e chiusa, successivamente al ritrovo di armi bianche, la sede di CasaPound La Spezia.

Il 3 novembre 2011 Alberto Palladino, dirigente di CasaPound Italia del IV Municipio di Roma, viene arrestato per l’aggressione ad alcuni esponenti dei Giovani Democratici, arrestato per violenza privata aggravata 8, lesioni personali aggravate e detenzione di armi bianche.

2011 Esponente di Casa Pound Pistoia, Gianluca Casseri, spara e ammazza Samb e Diop. Altri 4 ragazzi rimarranno feriti.

2012 CasaPound finisce sotto inchiesta della Procura per le frasi sulla morte di Saviotti.

QUESTO NON E’ VOLONTARIATO! QUESTO NON E’ PROGETTO SOCIALE! E’ APOLOGIA DI FASCISMO, ISTIGAZIONE ALLA VIOLENZA E ALL’ODIO!

Questa voce è stata pubblicata in Generale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Solidarietà al Collettivo Autonomo Studentesco di Massa

I commenti sono chiusi.